Ultimi Articoli

Ask The DocBanana Time

Affettati SI o affettati NO

67Views

AFFETTATI SI O NO

 

Le voci da spogliatoio in palestra:

Gli affettati giusti (cioè petto di tacchino e di pollo) possiedono una stupefacente percentuale di proteine e grassi, tanto che sono ideali per un panino che vi aiuti nella crescita muscolare. Inoltre queste fonti apportano una bella dose di vitamine del complesso B per aiutare la produzione energetica.

Le opinioni della scienza:

Gli scienziati della Harvard School of Public Health hanno visto che mangiare sui 50 gr. di carne sottoposta a lavorazione industriale, ogni giorno (compresi affettati, salsiccia, bacon), può aumentare il rischio di malattie cardiache e diabete del 42 e 19%, rispettivamente. Inoltre, i ricercatori del National Cancer Institute hanno concluso che rendere i salumi una costante della propria alimentazione fuori casa può elevare il rischio di tumore alla vescica del 29%.

In confronto alla carne non lavorata, i salumi contengono spesso livelli elevati di conservanti, nitriti e nitrati, utili per ridurre la carica batterica e mantenere il colore della carne appetibile. Sebbene vada tutto più che bene, risulta purtroppo che i conservanti aumentino il rischio di malattia. Durante il processo di cottura i nitriti si combinano con le amine naturalmente presenti nella carne per formare dei composti carcinogeni.

Molti salumi possiedono più sodio del Mar Morto e possono essere piuttosto ricchi di zuccheri, che vi faranno ingrassare.

Cosa possiamo fare:

Cercate carni senza nitriti e nitrati. Ormai cominciano a essere sempre più disponibili. Oppure cuoccete da voi pollo o tacchino, senza pelle, e poi affettatelo.

Inoltre il buon senso e la razionalità nella scelta delle quantità e della periodicità ci possono evitare tante problematiche senza privarci di tutto.

Lascia un commento